Proietti e il Monopoli. Come finanziare tutto senza avere un centesimo

 

✅ La Resa dei CONTI ✅

Il Bilancio del Comune di Tivoli, lo sanno ormai anche i sassi, è ridotto al lumicino.

Il Bilancio di Previsione 21-23 a suo tempo approvato ne è la lampante dimostrazione.

La manovra di rimodulazione del Piano Triennale delle Opere Pubbliche deliberata dal Consiglio Comunale il giorno 11 ottobre 2021 ne riproduce i motivi e le preoccupazioni di fondo.

I Conti si sono Arresi, definitivamente sconfitti da una gestione che dura ormai da circa 8 anni e che contribuisce in maniera sconfortante ad accanirsi su capitoli esausti e privi di energia vitale, cioè di risorse finanziarie ed economiche.

A volte a noi che analizziamo tali fatti viene persino lo sconforto alimentato dall'incredutilità.

Come è possibile che non se ne rendano conto?

Come è mai possibile che l'intelligenza, e le legittime preoccupazioni, non suggeriscano di cambiare strada, obiettivi, strategie?

La risposta potrebbe persino risultare ovvia : forse perchè mancano sia l'intelligenza che gli obiettivi e le strategie.

Manca una Visione?

Ha ancora senso parlare di Visione in questa situazione?

Quando il problema principale è rimettere in sicurezza il Bilancio gravato da un disavanzo di 41,5 milioni di Euro, con la prospettiva concreta di vederlo crescere in termini consistenti, il punto non è più la Visione ma la sopravvivenza.

Un Bilancio come questo penalizza il futuro e lo ipoteca pesantemente.

La prossima Amministrazione dovrà riemergere da un tale disastro dando priorità al perimetro dei Conti dell'Ente perchè senza questo passaggio sarà impossibile programmare lo Sviluppo e gli Investimenti.

E più prosegue l'esperienza proiettiana più pesante e fosco si annuncia il futuro.

I fatti

Partiamo dal Bilancio di Previsione 2021-2023 citando alcuni passaggi relativi all'annualità 2021.

Previsione Incasso Oneri di Urbanizzazione € 1.100.000,00 ( Incassati al 30 settembre € 500.000,00 );

Previsione recupero Evasione Tributaria € 3.400.000,00 ( non abbiamo gli incassi correnti realizzati, ma questa voce si presenta come una vera incognita );

Previsione Incasso Alienazioni € 5.139.000, di cui € 748.000,00 per affrancazione aree 167 ( Incassato al 30 settembre 2021 ZERO );

Ora volgiamo l'attenzione alla rimodulazione del Piano delle Opere Pubbliche:

Parcheggio di Campolimpido : rifinanziato con utilizzo degli Oneri di Urbanizzazione per € 75.000,00 e Ricavi da Alienazioni per € 125.000,00.

Per giungere a questo risultato hanno dovuto definanziare gli Interventi Straordinari di Manutenzione dell'Edilizia Scolastica per medesima cifra ricorrendo al Piano delle Alienazioni per il reintegro delle risorse di Piano.

In tal modo Proietti e la Di Giuseppe hanno trasferito maggiore incertezza ad una delle priorità assolute della Città, perchè l'Edilizia Scolastica impatta direttamente sulla qualità dell'attività didattica e sulla sicurezza degli alunni e tale obiettivo non si può vincolare al buon esito delle operazioni connesse con il Piano delle Alienazioni che fino ad ora ha registrato ZERO incassi.

Inoltre, finanziando la parte esecutiva del secondo stralcio relativamente al Parcheggio di Campolimpido è stato introdotto uno strano meccanismo : Si spendono dei soldi ben sapendo che il secondo stralcio definitivo si farà MAI.

Lo stralcio funzionale, peraltro previsto dalla Normativa, nello specifico si limiterà alla progettazione esecutiva, agli oneri di esproprio ( la procedura è lunga e può incepparsi facilmente ) e alla predisposizione delle infrastrutture di supporto minimo mettendo in tal modo a disposizione dei residenti uno spiazzo grezzo, non asfaltato e privo di illuminazione. 

Una soluzione tutta interna alla maggioranza e finalizzata ad accontentare il Consigliere eletto proprio in quella zona.

E' una mera operazione politica che si scontra con la funzionalità dell'opera e con la gestione oculata del denaro pubblico.

Nel frattempo la Strada di Quintiliolo rimane chiusa .

La Di Giuseppe a precisa domanda ha risposto che le somme necessarie per le due opere sono imparagonabili e che i 75.000 euro utilizzati per lo stralcio funzionale del Parcheggio non sarebbero stati sufficienti per risistemare la Strada di Quintiliolo, visto che lo specifico computo ha definito in 524.000 euro la somma necessario per completare quell'opera.

Il punto però non è questo e la Vice Sindaca non riuscirebbe proprio a comprenderlo perchè è tutto politico ed è connesso con le priorità dell'azione amministrativa.

Le sottrazioni e le addizioni non rientrano nella competenza politica e nemmeno in quella amministrativa.

C'è poi un altro fatto.

In sede di assestamento successivo dei conti dovranno tagliare e cosa taglieranno?

La manutenzione Straordinaria delle Scuole Pubbliche o il Parcheggio di Campolimpido il cui stralcio è stato approvato appena ieri?

La Chiusura del Bilanco

Entro il 30 novembre il Consiglio Comunale dovrà approvare molto probabilmente una serie di variazioni di Bilancio, poi dovrà procedere alla chiusura del rendiconto 2021.

Lo scenario di riferimento è piuttosto deprimente:

1) Zero incassi sul fronte Alienazioni ( Previsione originaria € 5.139.000 Euro ) ;

2) Minori incassi per presumibili per € 5/600.000,00 relativamente agli gli Oneri di Urbanizzazione;

3) Pesanti interrogativi sugli incassi relativi al recupero dell'Evasione dai Tributi Locali ( Previsti € 3.400.000,00 );

4) Medesimi interrogativi sugli incassi previsti per gli altri servizi dell'Ente ( solo per le multe € 2.000.000,00 ).

Il Piano delle Alienazioni avrebbe dovuto finanziare gli Investimenti per € 2.837.000,00 e i Piani di Ammortamento dei Mutui per € 2.300.000,00.

Tutto questo ovviamente salta, quindi ZERO investimenti e ricerca spasmodica delle Risorse proprie per pagare i debiti.

Complessivamente si ritiene che la manovra di Assestamento interesserà volumi finanziari per circa 8/9 milioni di euro.

Ciò produrrà tagli e disavanzo.

Lo scorso anno lo Stato trasferì contributi straordinari per circa 8 milioni di euro a causa della Pandemia.

Allo stato dei fatti non si hanno certezze su ulteriori interventi straordinari e, qualora ci fossero, non saranno certamente della stessa entità del 2020.

Su tutto pesa poi la spada di Damocle della vicenda Terme.

Si tratta di ben 12 milioni di euro tra interessi e quota capitale.

In Consiglio Comunale, di nuovo l'11 ottobre del 2021, Proietti ha sostenuto che sono in corso trattative con il Socio Privato e che nulla è stato deciso nello specifico.

Inoltre, a chiusura, ci sarà da verificare cosa accadrà con la gestione del FCDE e dei Residui Attivi e Passivi.

Questa è la realtà ed essa non è sicuramente positiva.

I prossimi appuntamenti del Bilancio Comunale sono incentrati sull'esigenza di gestire ricadute negative complessive di circa 20 milioni di euro al di là della Gestione dei Residui.

No, non stiamo messi bene.

Tornando alla Visione.

In Consiglio Comunale qualcuno della Maggioranza ha ritenuto di raffigurarne i tratti strategici illustrando i risultati dei progetti finanziati nel corso dell'anno.

In realtà la metà di quegli interventi è stata realizzata dagli Enti Sovraordinati a prescindere dalle volontà del Comune.

Inoltre, c'è da dire che non è l'affastellamento convulso degli interventi che definisce una Visione di Città.

Ciò che manca è la programmazione degli interventi e la loro finalizzazione strategica.

Gli investimenti servono per riposizionare e riqualificare la Città, il suo Territorio e migliorare la qualità della vita dei Residenti.

Questa Maggioranza non ha nel proprio DNA tale capacità .

Basta scorrere e leggere i vari DUP che si sono susseguiti negli ultimi 8 anni.

Nell'80% dei casi ripetono gli stessi concetti e mai è stata fatta una valutazione seria e politicamente stabile dei risultati strategici raggiunti.

Chi amministra una città non può limitarsi a fare i compitini striminziti dell'ovvio e del banale, deve dimostrare di avere una capacità strategica di ampio respiro.

Bilancio e Investimenti, Visione e Strategie, Obiettivi e Diligenza.

Questo è il perimetro del fallimento proiettiano.

di Antonio Picarazzi

12.10.2021