Un Anno di ECO ... a Tivoli Terme

L'ECO di TIVOLI TERME

Una storia di Partecipazione Attiva , amore per il territorio e spirito di servizio.

Intervista a Roberto Finucci, Mara Radicioni, Francesca De Meo.

 

Una serata intensa di confronto e discussione a Tivoli Terme con Roberto, Mara e Francesca.

Ci siamo scambiati idee, riflessioni, punti di vista e sullo sfondo la voglia di partecipare, proporre, comprendere per poi sostanziare il nostro essere Cittadini.

Lì, a ridosso della Tiburtina, davanti alle Terme, è nata l'idea di questa intervista.

Qualche caffè e tante parole concrete, rimuginando sulla storia del nostro territorio e sulle occasioni mancate, ma anche su quelle prese al volo e trasformate in concreta realtà.

Roberto, soprattutto, era amareggiato ma anche lucidamente consapevole dell'esigenza di dover continuare ad esserci con lo stesso impegno di sempre.

Mara, la Pasionaria, e Francesca, intelligente attivista civile .

Storie di Donne e di Uomini che hanno scelto di provare a risolvere i problemi del Territorio con proposte e denunce.

Ed ecco l'intervista.

 

Quale è la Storia, in breve, dell'Eco di Tivoli Terme?

Dopo tanti anni di attivismo sul territorio, persone nate e cresciute a Tivoli Terme, decidono di continuare a portare la propria esperienza al servizio del territorio stesso, creando un gruppo facebook di circa 3000 membri che mette (quando può) in relazione il cittadino e la politica locale. in breve con lo scopo di adoperarsi per realizzare, con la partecipazione dei cittadini e delle istituzioni presenti e future la promozione sociale, ambientale e urbanistica della zona. per questo è nato l'Eco di Tivoli Terme.

Quali azioni avete messo in atto fino ad ora a tutela degli interessi e delle esigenze del Quartiere e dei Residenti?

Essendo un gruppo di attivisti con una pagina social, abbiamo portato sotto i riflettori, soprattutto agli occhi delle istituzioni comunali, forze dell'ordine e organi di stampa, quasi tutte le tematiche più serie che colpiscono Tivoli Terme, come sversamenti di rifiuti, roghi tossici, Stacchini e decoro urbano. Alcuni denunciati e risolti ed altri da risolvere.

Pensate che l'Interesse Pubblico sulla questione Stacchini sia prioritariamente la BONIFICA dell'Area o il Polo Logistico?

Sulla Tematica Stacchini la nostra posizione è rivolta da sempre alla tutela e alla salvaguardia della salute del cittadino e dell'ambiente, quindi primariamente siamo per la BONIFICA E LA MESSA IN SICUREZZA in tempi brevi.

Cosa ne pensate di un Progetto di Sviluppo territoriale basto del Turismo Termale, la regolamentazione delle cosiddette Polle, il Parco Termale e la tutela dell'Area Stacchini così come previsto dalla Direttiva CEE ?

Siamo sempre stati per la riqualificazione del territorio, che esso sia termale, logistico e ambientale. Il nostro punto fermo è la BONIFICA, perchè finchè ci saranno inquinamento e fumi tossici non ci potrà mai essere sviluppo per il nostro territorio.

Ritenete che possa costituire una priorità la creazione di un Vasto Movimento dei Cittadini basato su Comitati, Associazioni, Istituzioni informali di Partecipazione Attiva per consentire a tutti di poter partecipare alle scelte amministrative?

Di prioritario per noi attivisti è coinvolgere i cittadini nelle tematiche territoriali e politiche del nostro comune. Siamo favorevoli ad un confronto con tutte le altre associazioni e comitati che sono nati e nasceranno per risolvere i problemi primari, ma comunque rimanendo ben distinti e concentrati ognuno nelle proprie frazioni.

Ritenete giusto che i Cittadini si impossessino degli strumenti di conoscenza appropriati per poter Partecipare Attivamente? .

Si, riteniamo giusto che i cittadini si rendano partecipi alla vita politica territoriale.