Proietti accelera su STACCHINI : Già pronta la Delibera di Consiglio Comunale per decidere sulla colata di Cemento Armato nell'AREA.

Il Sindaco di Tivoli Proietti ha deciso di convocare il Consiglio Comunale per il giorno 11 settembre 2020 inserendo all'OdG la famosa Delibera di riconoscimento del preminente Interesse Pubblico connesso con la Salute Collettiva al fine di sostenere il cosiddetto Programma di Riqualificazione dell'Area Stacchini.

 

POLIS TIVOLI si schiera decisamente contro la proposta di Proietti, sostenuto dai suoi Assessori Cordoni e Innocenti e dalla Consigliera del Sindaco Ioannilli, già Assessore all'Ambiente presso il Comune di Tivoli nella passata Consiliatura, relativa alla sistemazione dell'AREA STACCHINI.

POLIS TIVOLI ha emesso una serie di Comunicati contro tale proposta definendola " IMPROVVIDA E NON ADEGUATA ".

Nel Comunicato emesso dall'Associazione Tiburtina ci si chiede come mai Proietti e i suoi Sodali stiano accelerando in questo modo negando l'evidenza di una serie di fatti oggettivi.

1) L' Area è sottoposta a doppio Vincolo Ambientale

2) Le Società interessate sono da tempo in Liquidazione

3) La Società Polverifici Stacchini SrL in Liquidazione è attualmente inattiva e senza la specifica sull'Attività esercitata ed ha presentato l'ultimo Bilancio nel 2016

4) L'altra Società, la EuroIset Italia SrL in Liquidazione ha il maggiore azionista residente a Montecarlo ed ha presentato l'ultimo Bilancio nel 2017

5) Le indicazioni sul PUGC approvate dalla Maggioranza Proiettiana evidenziano che l'Area è sottoposta a Vincoli SIC e se ne prevede l'ulteriore espansione

6) Per tutelare il cosiddetto Interesse Pubblico Proietti e la sua maggioranza intendono portare avanti una Variante Urbanistica che aumenta le volumetrie dagli iniziali 900.000 ai previsti 2.100.000 metri cubi

7) Nell'Area contigua a Stacchini sorgerà il Nuovo Polo Ospedaliero Tiburtino con un evidente conflitto di interesse sociale rispetto alla proposta di Proietti sul Polo Logistico

8) Il Progetto prevede che la Bonifica venga effettuata con Sovvenzioni Pubbliche

9) Le due Società menzionate presentano profili ingenti di indebitamento

POLIS TIVOLI ritiene che l'intera procedura sia viziata da una illeggitimità di fondo connessa con lo STATO DI LIQUIDAZIONE delle Società menzionate.

A parere di POLIS TIVOLI il COMUNE NON PUO' attivare un ITER NORMATO DI INTERESSE PUBBLICO avendo come interlocutori due Società in Liquidazione peraltro non i regola con gli atti amministrativi di riferimento e con pesantissimi profili patrimoniali di indebitamento.

POLIS TIVOLI propone l'esproprio dell'Area di cui trattasi, la Costituzione di un Consorzio Pubblico e la relativa Bonifica per consegnare alla Città e a Tivoli Terme un Parco Ambientale e delle Differenze Biologiche.

POLIS TIVOLI individua anche le fonti finanziarie : Sovvenzioni Pubbliche proveniente dal POR Regionale e dalle Misure di Intervento gestite dalla UE.

Intanto i Cittadini si sono organizzati contro un tale scempio.

Insieme all'Associazione Ambiente Trasparente ONLUS è stata chiesta un'Audizione congiunta alle Commissioni Consiliari Regionali Ambiente e Urbanistica. 

L' Audizione è stata programmata per il giorno 8 settembre 2020 alle ore 14,00.

Tale passaggio ha fatto innervosire molto gli Assessori coinvolti nella vicenda e l'intera maggioranza Proiettiana.

I Cittadini non intendono mollare, ne vedremo delle belle. 

POLIS TIVOLI spiega perchè è contro la Proposta Proietti