Avv. Aldo Cerroni- www.aldocerroni.it

Intervista All' Avvocato Aldo Cerroni, Guidonia Montecelio

L’Estate è finita, si ricomincia dunque …

 

Un estate calda a Guidonia Montecelio e non certo dal punto di vista metereologico.

 

Per inciso piogge significative hanno prodotto sulle frazioni i medesimi problemi di sempre e continueranno a produrli dato che sul fronte soluzioni per lo scarico delle acque piovane nessuno a palazzo Guidoni ha battuto un colpo.

E pensare che il Polo civico già a luglio 2017 scrisse al Sindaco una missiva in cui suggeriva interventi quasi a costo zero ed immediatamente cantierabili e che avrebbero in parte alleggerito il carico della rete e alleggerito parimenti le caditoie riducendo gli allagamenti.

Ma tant’è. 

Nessuno ascolta, nessuno interloquisce, nessuno governa. 

 

A Guidonia c’è un fronte molto caldo, quello delle Cave .

Ritiene si possa addivenire ad una soluzione?

 

 

Superato l’inciso l’estate guidoniana senza alcuna iniziativa estiva in una città che appare abbandonata é stata tuttavia rovente sul fronte lavoro con la triste vicenda dei dinieghi al rinnovo delle concessioni delle attivitá estrattive notificati il 14 di agosto, nel tentativo da una parte di passare inosservati ai più e dall’altra di approfittare del periodo di ferie per lavoratori ed imprese. 


Un atto vile!

 

Degno di chi governa senza averne la capacità, né la consapevolezza.

 

Lavoro, produzione, progresso possono essere coniugati con tutela dell’ambiente e rispetto delle regole.

Le due cose non solo possono, ma devono stare insieme.

La politica della terza Città invece o é ostaggio della cieca burocrazia che non contempla mai i principi di economicità, efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, o é in mala fede ed é complice. 
In entrambi i casi, mi sembra molto grave.

 

La città é stanca, indignata e stremata. 

 

Un anno di Amministrazione pentastellata, un suo bilancio di questa esperienza?


Come Polo civico organizzammo a Giugno scorso, in concomitanza con l’anno di amministrazione Barbet, un’iniziativa provocatoria in cui abbiamo definito  un bilancio del primo anno e ci siamo divertiti a stilare le pagelle.

 

Ora possiamo dire che l’impegno per superare gli esami di riparazione a settembre non c’è stato e che l’amministrazione ha guardato da spettatrice l’acuirsi di tutti i problemi denunciati e mai risolti. Un fallimento su tutti i fronti di cui Guidonia Montecelio pagherà il prezzo per molti anni. 

A Noi civici non basta dire “ve lo avevamo detto un anno fa in occasione delle elezioni”. Un anno fa mettemmo tutti in guardia dal pressappochismo, dagli slogan, dalla incompetenza. Per poco non andammo al ballottaggio, ma questa é un’altra storia. 

 

Quali potrebbero essere le condizioni politiche per creare un’alternativa all’attuale situazione?

Oggi sono ancora più convinto che Guidonia Montecelio possa risorgere solo con l’impegno non ideologico e non partitico di un ampio fronte civico alternativo alle forze in campo e capace di mettere insieme le idee migliori e gli uomini più capaci al di là degli steccati ideologici. 
Ecco perché a settembre saremo pronti a rilanciare la nostra “impresa” consapevoli di essere l’unica chance per la nostra amata Città e ci impegneremo per costruire un ampio fronte di alternativa che possa aggregare tutti i concittadini di buona volontá, consapevoli che il tempo gioca con la nostra maglia. 
Come lista Guidonia Domani i primi di ottobre avremo modo di confrontarci su questi temi nella nostra prima “festa del domani”. Sarà un’occasione importante di finanziamento, di solidarietà, di riflessione e di divertimento.

 

Per tutti a presto.